L’ultima correzione del Bitcoin ha innescato un record di 500 milioni di dollari di liquidazioni in 60 minuti sulle principali borse.

Bitcoin hanno di prezzo di 60.000 dollari

I mercati Bitcoin hanno respinto enfaticamente la fascia di prezzo di 60.000 dollari il 15 marzo, con una leva eccessiva che ha guidato un valore record di 500 milioni di dollari di liquidazioni lunghe in soli 60 minuti.

I fondatori di Glassnode, Jan & Yann, hanno sottolineato il nuovo record orario di Bitcoin per le liquidazioni, notando che più della metà dei contratti futures aperti prima delle chiamate di margine avevano una leva di almeno 20 volte.

Solo nell’ultima ora, quasi 500 milioni di dollari in #Bitcoin Longs sono stati liquidati, questo è un ATH storico.

C’è un eccesso di avidità nel sistema, con il 60% dei contratti con leva 20x o più.

Le liquidazioni lunghe sono un artefatto dell’attuale mercato toro.

Tuttavia, i dati di Bybt suggeriscono che 800 milioni di dollari di liquidazioni sono stati elaborati in soli 15 minuti.

Quando il BTC è sceso dal suo massimo storico di 58.300 dollari a circa 47.000 dollar

Secondo l’aggregatore di dati del mercato cripto, Datamish, le ultime 24 ore hanno visto 292 posizioni liquidate per 94,5 milioni di dollari sullo scambio di derivati, BitMEX. Su Bitfinex, 488 posizioni sono state liquidate per circa 100 milioni di dollari nello stesso periodo.

La seconda più grande liquidazione in un solo giorno è avvenuta il 22 febbraio, quando il BTC è sceso dal suo massimo storico di 58.300 dollari a circa 47.000 dollari. Come riportato da Cointelegraph, 5,9 miliardi di dollari di contratti futures sono stati liquidati durante il crollo.

Dal suo picco del 14 marzo di 61.000 dollari, Bitcoin ha corretto del 12,3% a 53.500 dollari durante il trading asiatico di martedì 16 marzo. BTC ha poi prodotto un leggero recupero, cambiando le mani per 54.600 dollari al momento della scrittura.

Quest’ultima correzione è il terzo grande ritracciamento dell’attuale ciclo toro.

Mentre il Bitcoin Fear and Greed Index suggeriva che i mercati erano in uno stato di „estrema avidità“ la scorsa settimana, il ritracciamento ha visto l’indicatore rientrare nella categoria „avidità“ con un rank di 71 – indicando un significativo raffreddamento del sentimento del mercato.